Suoniamo insieme! Serata di musica da camera No.III

Il Concerto di Ferragosto appare quasi come “Austria contro Russia”. Si apre con un Trio scritto da un giovanissimo Beethoven per la non comune formazione di flauto, fagotto e pianoforte, seguito da un grande capolavoro come il Quintetto in sol minore di Mozart. Simmetricamente, alle Canzoni di Tchaikovsky segue il magnifico Trio n.2 di Shostakovich, drammaticamente legato alle vicende della seconda guerra mondiale.